Come scegliere l'offerta Adsl giusta. Semplici consigli per non sbagliare (e risparmiare)

Advertising
come-scegliere-l-offerta-adsl-giusta-semplici-consigli-per-non-sbagliare-e-risparmiare
 
 
Advertising

Scegliere la connessione ADSL più adatta a noi non è semplice. Con questa guida cercheremo di spiegare come sia opportuno muoversi per evitare brutte sorprese.

Vorremmo l'offerta giusta per essere sempre connessi, ad un giusto prezzo e ci scontriamo con un mare di offerte! Nuove compagnie spuntano come funghi e quelle esistenti propongono nuove tariffe quasi mensilmente.
E' bene sapere che una scelta ponderata e ben calibrata sulle nostre esigenze, può permetterci un risparmio di qualche centinaio di euro all'anno. Vale quindi la pena di dedicare un pò di tempo alle necessarie valutazioni.

Per prima cosa é bene sapere che le compagnie telefoniche suddividono le offerte in tre grandi categorie:

  • Categoria casa: si tratta di sistemi ADSL o fibra ottica per navigare col Pc di casa. A volte l'offerta comprende anche il traffico telefonico fisso ( e quello mobile). Questa soluzione va bene a chi trascorre molte ore tra le mura domestiche. La copertura di rete, inoltre, se wi-fi,  vi permetterà di sfruttare i dati anche sul vostro tablet o smartphone o su quelli dei vostri familiari.
  • Categoria mobilità: Sostanzialmente vi fanno parte tutte le proposte commerciali, rivolte ad una navigazione da cellulare, in qualunque posto vi troviate.
  • Categoria casa e mobilità: Rappresenta la soluzione ideale per essere sempre connessi, offre una sim dati per lo smartphone, di solito anche con un certo numero di Gb utilizzabili a mese, e una connessione internet per casa

Prima di scegliere un operatore ricordatevi sempre di verificare la copertura. Non limitatevi a controllare sul sito dello stesso (di solito è presente una mappa da consultare), perché ad esempio per la telefonia fissa alcune zone risultano coperte, per poi scoprire che ugualmente esistono punti di mancanza di segnale, magari proprio dove serve a voi. In caso di dubbi, premuratevi di domandare ad un rivenditore di prestarvi una sim e fate qualche prova. Utile anche verificare in rete opinioni e esperienze di chi vi ha preceduto, sia in termini di copertura che di affidabilità di servizio e servizio clienti.

Non meno importante il verificare bene i costi aggiuntivi prima di scegliere l'offerta ADSL. Parliamo,ad esempio, dei costi di attivazione, costo di disattivazione (dal vecchio gestore), costi accessori e noleggio modem (verificate se vi viene fornito di comodato gratuito, in questo caso non c'è nessun ulteriore esborso, fermo restando di come l'apparecchio vada restituito al termine del contratto).
Badate bene tali costi accessori, spesso, rappresentano reali oneri, ad esempio, laddove una zona non sia coperta da adsl o per l'intervento di un tecnico, necessari per il funzionamento ottimale del servizio, ma la loro maggiore o minore incidenza, determina la scelta di un'offerta piuttosto di un' altra. Verificate a tal scopo soprattutto la presenza di eventuali promozioni, sia in termini di contributo attivazione, apparecchi necessari o costi del servizio.
Controllate bene la durata delle promozioni, a volte, soprattutto quelle che vengono offerte ai nuovi clienti, hanno una durata prestabilita di solito 6 mesi o 1 anno. Trascorso questo periodo di tempo inizierete a pagare il prezzo pieno, e a volte s tratta anche del doppio di quanto proposto in via promozionale.  
Non meno, importante, naturalmente, prestare attenzione a vincoli contrattuali e, in caso di loro presenza, a eventuali costi di recesso anticipato. 

Valutate, a tal proposito,  se vi conviene di più scegliere una tariffa a consumo oppure un abbonamento. Infatti potrebbe non aver particolarmente senso disporre di una flat, qualora vi limitiate a navigare per poche ore al mese. C'è da dire, però, che sono sempre meno gli operatori che offrono tariffe a consumo proprio perché l'uso di internet sta incrementando molto e questo tipo di offerte sono convenienti se si naviga pochissime ore al mese (meno di una decina). Con un abbonamento avrete a disposizione una certa quantità di dati per la navigazione (di solito sono pacchetti mensili) esauriti i quali non potrete più navigare se non a consumo. E' consigliabile iniziare da pacchetti base e poi fare l'upgrade in un secondo momento.


Un altro dato che potrebbe influenzare la vostra scelta é la velocità della connessione. Diciamo subito che non tutti hanno la fortuna di poter scegliere, perché ad esempio la fibra ottica copre solo pochi centri cittadini (i più grossi), e quindi, spesso, la scelta è, almeno al momento, obbligata.

Altra cosa da sapere è che esistono due velocità: la velocità nominale è il valore indicato dagli operatori nelle offerte, e corrisponde alla velocità massima; la velocità effettiva è quella effettivamente garantita ai clienti al momento dell’erogazione del servizio. Spesso i valori dichiarati nelle offerte, non corrispondono alle performance effettive. Gli operatori per legge hanno l'obbligo di fornire una banda minima garantita, dichiarata nei contratto, al di sotto della quale è possibile recedere dal contratto. Tenete quindi sempre come riferimento tale dato, piuttosto che essere allettati da iperboliche velocità dichiarate nei frequenti " Navigazione sino a...", ma nella realtà comune performance esistenti solo sulla carta.


Advertising
 
 
 
 

Guarda anche


i-10-motivi-per-cui--necessaria-l-adsl-a-casa
I 10 motivi per cui è necessaria l'adsl a casa

Ricordare gli impegni Se non avessi l'adsl non riusciresti ad addormentarti...

come-scegliere-l-offerta-adsl-giusta-semplici-consigli-per-non-sbagliare-e-risparmiare
Come scegliere l'offerta Adsl giusta. Semplici consigli per...

Scegliere la connessione ADSL più adatta a noi non è semplice. Con questa...